Arturo Dazzi e il mausoleo di Costanzo Ciano

Cari amici,

tutti sapete che passeggiando per il centro di Forte dei Marmi è possibile incontrare diverse statue del grande scultore Arturo Dazzi, tuttavia molti di voi non sapranno che tre di queste statue erano state concepite come opera unitaria. Mi riferisco ai “Marinai con fucile” posti sul lungomare vicino all’ Hotel Atlantico e “Il Balilla” (meglio conosciuto col nome di “giovane con clava e cane lupo”) in via Piave angolo Mascagni, che dovevano andare a completare l’arredo funebre per il mausoleo di Costanzo Ciano.

Arturo Dazzi, Giovane con clava e cane lupo, marmo

Arturo Dazzi, Giovane con clava e cane lupo, marmo

Arturo Dazzi, Marinai con fucile, marmo

Arturo Dazzi, Marinai con fucile, marmo

particolare del marinaio

particolare del marinaio

Ciano muore il 26 giugno 1939 e la città di Livorno nel 1940 decide di dedicargli un’opera faraonica, rimasta incompiuta a causa della caduta del regime nel 1943.

Dazzi per la parte strutturale del Mausoleo chiama l’architetto siciliano Gaetano Rapisardi, e come sito viene scelto il Monte Burrone a Montenero.

Federico Scaroni ha studiato a lungo i documenti inerenti il mausoleo, e grazie a lui sappiamo che il progetto nella sua versione definitiva doveva venire così sviluppato: una corpo di fabbrica semplice e a due piani che doveva contenere il sepolcro di Ciano e dei suoi familiari, oltre a un museo di cimeli a lui dedicato.

A completare l’opera era prevista una torre a forma di fascio alta 54 m e una statua mastodontica di Ciano vestito da marinaio mentre è al timone del suo mas (motoscafo armato silurante).

Progetto per il Mausoleo di Costanzo Ciano

Progetto per il Mausoleo di Costanzo Ciano

All’interno l’urna di Ciano doveva essere sostenuta da due marinai e due balilla, figure che alludevano metaforicamente alla fedeltà al partito del defunto e alla sua dedizioni per alla Marina Militare.

Cosa rimane oggi di questo monumento? Il basamento della torre sul Monte Burrone ormai completamente abbandonato, la testa colossale di Ciano si trova ancora in Sardegna nella cava di granito della Maddalena, mentre le statue dei marinai e dei balilla, essendo state colpite nello studio di Forte dei Marmi, si trovano per le nostre vie.

Basamento del Mausoleo di Ciano, Monte Burrone Montenero

Basamento del Mausoleo di Ciano, Monte Burrone Montenero

Testa di Costanzo Ciano nella cava della Maddalena

Testa di Costanzo Ciano nella cava della Maddalena

Tuttavia non sono a conoscenza della fine della statua del secondo balilla, se qualcuno ha informazioni in merito potrebbe parlarmene?

A presto!

Galatea

Annunci

13 thoughts on “Arturo Dazzi e il mausoleo di Costanzo Ciano

  1. La statua che c’è alla Maddalena non è quella del mausoleo ma quella che doveva venire messa nel villaggio Costanzo Ciano ( ora Trullo a Roma ) Il villaggio venne costruito in 6 mesi gli architetti sono Nicolosi e Nicolini .Venne inaugurato il 27.10.1940 da Benito Mussolini e il suo seguito , i primi abbitanti sono stati i rimpatriati della Francia . il villagio fu finito soltanto per un quarto e la statua rimase alla Maddalena , anche questo aveva dei balilla sotto .Distinti saluti Enzo Lucà

    • Buonasera Enzo, grazie delle precisazione ma sulle fonti che ho consultato ho trovato che la testa sarebbe stata fatta proprio per il mausoleo…Potrebbe dirmi comunque dove ha trovato le informazioni?
      Grazie

  2. Enzo, le posso garantire che la statua raffigurante Costanzo Ciano che si trovano nella cava di Villamarina isola di Santo Stefano (La Maddalena) era destinata al Mausoleo di Monte Burrone. Era stato già realizzato il Mausoleo e i lavori alla statua furono interrotti dopo il 25 luglio 1943. Dopo la guerra fu raggiunto un accordo e la statua restò, in quanto non pagata, in proprietà alla cava.

  3. sono entrato giusto sabato e domenica nel mausoleo e ci tornerò ancora… deve essere ripulito di tutta la sporcizia (siringhe, lattine, bottilglie ecc.ecc.) e valorizzato anche per altri scopi (come sede di mostre e esposizioni… ad esempio). ho avuto la fortuna di trovare ancora quasi intatto un fregio in granito dell’epoca che sto pazientemente recuperando al suo antico splendore. E’ decisamente vera la storia dei due bambini deceduti nel 1964. il faro alto 54 mt era già presente, prima che arrivasse la statua (quella della maddalena): furono i tedeschi in ritirata nel luglio del 1944 a minarlo e abbatterlo.. purtroppo la zona isolata, adesso e popolata di numerosi animali selvatici che ne rendono risciosa la visita… PS: la costruzione del monumento fu decisa a furor di popolo (tutti i livornesi), visto che Costanzo Ciano (uno degli eroi di Buccari ndr) fece divenire realtà a Livorno il porto modernamente concepito e altre opere per la collettività. Fu lo stesso Ciano che tra l’altro presenziò all’inaugurazione anche delle poste spezzine..

  4. nella parete in fondo al monumento di Ciano c’è (o c’era) una piccola lapide che ricordava la morte di due bambini che erano precipitati .. Per sanare una diatriba con alcuni amici, sarei grato se qualcuno mi sapesse dire il testo della lapide o meglio se ci fosse in giro una foto leggibile. Grazie per l’attenzione.

    • I ragazzini morirono cadendo durante una gita con la famiglia il giorno di pasqua del 1964. Fino ad alcuni anni fa c’era una piccola lapide che li ricordava, Questa lapide è stata spaccata da qualche imb ……. Durante alcune mie visite ho trovato che qualcuno ogni tanto cercava di ricomporla in terra. Non mi ricordo se l’ho fotografata, ma se le interessa posso guardare nel mio archivio.

      • Innanzitutto la ringrazio di avermi risposto. SE non le costa troppo ammattimento (come si dice a Viareggio), guardi nel suo archivio per la foto della lapide e se non trovasse niente, grazie lo stesso!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...