Le origini milanesi di Pietrasanta

Un filo sottile lega Pietrasanta e Milano: la cittadina versiliese viene fondata nel 1255 dal podestà di Lucca, il nobile milanese Guiscardo Pietrasanta, ai piedi della preesistente rocca di Sala, cuore di un insediamento longobardo. Guiscardo dona alla città il nome e lo stemma gentilizio della sua famiglia.

images

la rocca di Sala vista dall’alto

stemma

Stemma città Pietrasanta

Città di Pietrasanta vista dalla rocca di Sala

Città di Pietrasanta vista dalla rocca di Sala

Con l’avvento di Guiscardo si assiste alla definitiva sconfitta dei signori di Corvaia e di Vallecchia e all’aprirsi di un glorioso periodo comunale.

I Pietrasanta erano un’antichissima famiglia nobile di Milano originaria della zona tra Cordusio e il Duomo, detta appunto Pietrasanta. Ma la famiglia a cosa deve il suo nome? Perchè questa pietra sarebbe santa?

Sull’origine del nome Pietrasanta (o Pietra Santa) le opinioni sono diverse e spesso in disaccordo. La versione più attendibile parla di una pietra a forma di cilindro, resto di una colonna romana, ritenuta santa perché sarebbe servita da appoggio a Sant’Ambrogio (vescovo del IV secolo e patrono di Milano) nell’atto di montare a cavallo durante la guerra contro gli ariani. Una leggenda più colorita racconta invece che Ambrogio si sarebbe fermato a pregare su una pietra e l’apparizione dei Santi Protasio e Gervasio avrebbe aiutato i cattolici nella battaglia.

Tale colonna/pietra, oggetto di venerazione dei milanesi, si trovava nella piccolissima chiesa di San Nazaro in Pietrasanta (zona Cordusio) e in seguito alla demolizione di quest’ultima nel 1888, viene trasferita in San Vincenzo in Prato (zona Darsena). Nel 1932 l’architetto Paolo Mezzanotte progetta un battistero ottagonale  e  la pietra santa diventa parte del fonte battesimale dove è ancora visibile.

San Nazaro in Pietrasanta, facciata del 1721

San Nazaro in Pietrasanta, facciata del 1721

Facciata S. Vincenzo in Prato

Facciata S. Vincenzo in Prato

Amici pietrasantini se capitate a Milano e visitate la chiesa e toccate con mano le origini della vostra città.

Se ancora non siete convinti delle origini milanesi di Pietrasanta, visitate il Museo d’Arte Antica del Castello Sforzesco: nella sala 6 potrete scorgere un bassorilievo del XII secolo detto della Madonna “Idea” in cui è ben visibile lo stemma dei Pietrasanta.  Un tempo era murato prima all’interno poi sull’esterno del perimetro murario della chiesa di Santa Maria in Beltrade,  uno dei principali centri di devozione mariana di Milano fino alla sua demolizione negli anni Trenta.

Particolare del bassorilievo con stemma dei Pietrasanta

Particolare del bassorilievo con stemma dei Pietrasanta

962103_10200774539719077_849641695_n

Bassorilievo XII secolo detto della Madonna “Idea”

Annunci

6 thoughts on “Le origini milanesi di Pietrasanta

  1. Siete brave… un appunto !
    Pietrasantesi – cioè gli abitanti di Pietrasanta –
    Pietrasantini/o – termine riguardante una istituzione .
    fb/59

  2. Pingback: A Milano sulle tracce delle origini di Pietrasanta. | GalateaVersilia

  3. Pingback: La Madonna del Sole di Pietrasanta | GalateaVersilia

  4. Pingback: GalateaVersilia

  5. Pingback: Canapone, un po' di Pietrasanta a Bagno di Romagna. A Spasso con Galatea - A spasso con Galatea, Top news Versiliatoday.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...