Il sito archeo-minerario di Calcaferro – Le Mulina – (Stazzema)

Se siete appassionati di natura e di archeologia mineraria non potete perdervi una bella camminata nel bosco in località Calcaferro, presso Le Mulina di Stazzema. Parcheggiate vicino la chiesa e imboccate la salita che affianca il campanile: vi troverete davanti a un tunnel scavato nella roccia. Una volta attraversato sarete immersi nel verde  con il rumore del fiume e un caratteristico ponte medievale coperto da alberi davanti a voi.

Calcaferro _ Le Mulina

Calcaferro _ Le Mulina

Calcaferro _ Le Mulina

Calcaferro _ Le Mulina

Durante il percorso troverete diversi edifici ormai abbandonati e nascosti da una fitta vegetazione, sono i resti dei polverifici e dei miccifici legati all’intensa attività delle miniere della zona. Queste erano sfruttate già nel Medioevo, ma solo nell’Ottocento l’attività riprese fino a trovare il pieno sviluppo negli anni Venti del Novecento. La polvere da sparo era infatti richiesta per le battute di caccia, per estrarre il marmo dalle cave attraverso il sistema della varata e per caricare le armi durante la guerra. Anche le donne partecipavano alla produzione smistando i minerali e confezionando la polvere per poi commerciarla.

Calcaferro _ Le Mulina

Calcaferro _ Le Mulina

Diverse furono le ditte che operarono sul sito: la Società Anonima Miniere dell’Argentiera, la ditta dei Fratelli Pocai e la Edem.  Quest’ultima mantenne in vita il sito fino al 1968 continuando poi qualche attività di ricerca nella zona negli anni a seguire.

Calcaferro_Le Mulina

Calcaferro_Le Mulina

Il sito deve essere valorizzato ulteriormente recuperando i manufatti presenti e Maurizio Verona, presidente dell’Unione dei Comuni, ha inserito nel piano delle opere pubbliche il progetto di un parco versiliese che coinvolga Calcaferro,  Valdicastello, Corvaia e altri siti così da pianificare una serie di attività anche con altri parchi archeo-minerari italiani. Verona sta inoltre sviluppando un progetto con il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pisa per incrementare le ricerche scientifiche nella zona.

Calcaferro _ Le Mulina

Calcaferro _ Le Mulina

La valorizzazione del territorio e la scoperta delle mete meno conosciute turisticamente sono il futuro del nostro paese e la creazione di circuiti alternativi non può che portare una ventata di sollievo nell’entroterra versiliese.

Alla prossima

                  Galatea

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...